Home Adnkronos Borsa: 25 nuove società italiane entrano in Elite

Borsa: 25 nuove società italiane entrano in Elite

36
0
Roma, 17 apr. (AdnKronos) - Venticinque nuove società italiane sono state ammesse ad Elite, il network dedicato alle imprese ad alto potenziale di crescita. Le nuove aziende italiane che da oggi iniziano il proprio percorso provengono da 11 regioni e operano in diversi settori tra cui Industria, Salute e Food & Beverage, a ulteriore conferma della capacità di Elite, sottolinea una nota, di rappresentare l'economia reale del Paese. Le aziende hanno inoltre un fatturato aggregato di oltre 2,2 miliardi di euro e impiegano oltre 9.000 addetti. Elite è la piattaforma internazionale del London Stock Exchange Group nata in Borsa Italiana nel 2012 in collaborazione con Confindustria ? con la quale condivide l'obiettivo di sostenere in modo sempre più sinergico le migliori aziende italiane ? e che si propone di accelerare la crescita delle società attraverso un innovativo percorso di sviluppo organizzativo e manageriale volto a rendere imprese già meritevoli ancora più competitive, più visibili e più attraenti nei confronti degli investitori a livello globale. ?Partendo dall'Italia, Elite ha saputo creare un modello di eccellenza dedicato alle migliori aziende riconosciuto a livello internazionale", commenta Luca Peyrano, ceo di Elite. "Siamo felici di dare oggi il benvenuto alle 25 nuove aziende Elite individuate in collaborazione con Confindustria, che rappresentano 15 diversi settori e provengono da 11 diverse regioni italiane. Il futuro del nostro Paese è strettamente collegato alla capacità di fare impresa e valorizzare le aziende più virtuose. Questo il ruolo fondamentale di Elite: abilitare il cambiamento, creare valore e supportare la crescita. Elite è prima di tutto una piattaforma per crescere, solo dopo arriva la finanza, che è al servizio delle idee e delle ambizioni dell'impresa. Oggi Elite è un network globale di oltre 1.100 imprese provenienti da 41 Paesi, a testimonianza di come questo modello possa rispondere alle esigenze delle aziende di qualità a prescindere dalla loro geografia?.