martedì 21 Maggio 2024
19.2 C
Catania

Amministrative: Schifani, “non amo le fughe in avanti con cartellonistica”

correlati

“Io non vorrei che ci si trovi alla vigilia di un baratro, come a Verona. Farò di tutto per evitarlo e mi auguro che gli alleati siano conseguenti. Non amo le fughe in avanti con cartellonistica, come avvenuto giorni fa. Così come non amo, allo stesso tempo, le dichiarazioni e le rivendicazioni assolutistiche: ‘Tocca a me perché sono il primo partito'”. Lo ha detto il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani a proposito delle elezioni amministrative di maggio 2023 nel Comune di Catania. Schifani è intervenuto, insieme all’assessora alla Salute Giovanna Volo, all’inaugurazione del nuovo Centro di emergenza dell’ospedale Garibaldi Centro del capoluogo etneo.

“Ritengo – ha continuato Schifani parlando con i giornalisti – che si debba ragionare, individuare la migliore candidatura possibile com’è stato per Palermo, dove abbiamo vinto. Non ho preclusioni nei confronti di nessuno, ma mi auguro che questi toni da un lato e atteggiamenti dall’altro abbiano a cessare, per individuare una figura che possa governare bene la città di Catania. Al sottoscritto interessa questo. Naturalmente ogni partito ha le sue esigenze, però mi auguro che si abbassino da un lato i toni e dall’altro lato le fughe in avanti”.

“Io non escludo che il candidato possa andare a Fratelli d’Italia. Mi auguro che la coalizione possa discutere sui nomi e anche sul progetto, come ha rivendicato giorni fa Raffaele Lombardo. Se ci si ferma un attimo e si ragiona da tutti i lati io penso che ci possano essere i margini per l’unità. Perché è evidente che il centrodestra quando va diviso poi porta ai ballottaggi. Quindi se qualcuno si vuole assumere la responsabilità di fare perdere alla città di Catania la possibilità di avere un sindaco votato a larga maggioranza sin dall’inizio… Mi auguro che questo non avvenga e farò di tutto perché questo non capiti”.

Poi in riferimento al leader del Movimento per l’Autonomia ed ex governatore Raffaele Lombardo: “Anche se ho una certa età, mi riferisco alla battuta dell’amico Raffaele… Non è una battuta che può turbare o mettere in discussione un rapporto di amicizia tra me e Raffaele Lombardo. Lavoro quotidianamente, lui stesso ha dichiarato che mi vede correre. È vero, corro perché sono animato da tanta buona volontà di lavorare bene per i siciliani”.

Latest Posts

Ultim'ora