lunedì 8 Agosto 2022
29.2 C
Catania

correlati

Mercato coperto di Picanello:Sblocco burocratico e proposta per riapertura
M

La sesta commissione permanente insieme al secondo municipio,hanno effettuato un sopralluogo presso il mercato coperto di Picanello.Il mercato è stato totalmente ristrutturato nel 2017,con un intervento di circa 300 mila euro.Subito dopo la ristrutturazione con l’apertura del bando,gli stalli ed i box non sono mai stati assegnati nonostante alcune società avrebbero manifestato la volontà di farne richiesta.Così dal 2019 il mercato è chiuso ed abbandonato,non solo per mancanza di operatori che ne occupano gli stalli,ma soprattutto perché il comune si è accorto che l’immobile non è accatastato.Il sopralluogo è stato richiesto dal capogruppo Daniele Bottino, che è stato il promotore della riqualificazione dell’immobile ed ha portato avanti in questi ultimi mesi l’accelerazione per l’accatastamento dell’immobile e quindi lo sblocco burocratico.

“Finalmente abbiamo ottenuto l’impegno di spesa per l’accatastamento di questo mercato,che da diversi anni e’ chiuso nonostante la ristrutturazione” -dichiara Bottino- “Non possiamo permettere che un immobile come questo rimanga abbandonato.Tra qualche mese,completato l’accatastamento, la palla ripasserà alle attività produttive”-continua Bottino- “Questo sopralluogo fatto insieme alla commissione Mercati ed il secondo municipio,sta a dimostrazione di un attenzione delle istituzioni sul futuro di questo immobile.Pertanto lanciamo una convinta e diretta proposta all’amministrazione e alla direzione attività produttive: un avviso pubblico per la gestione di questo meraviglioso mercato da parte di associazioni o imprese private.È una presa d’atto che il Comune non può gestire questo sito,sia per mancanza di personale,sia perché non cè molto interesse dei singoli operatori.

Pertanto secondo noi l’unica soluzione per far ripartire le attività del mercato,l’economia del territorio,evitare la vandalizzazione di questo immobile e dare delle reali opportunità lavorative,è la gestione privata”- conclude Bottino- “Lo chiedono i cittadini e lo chiede il territorio a cui la politica deve dare delle risposte concrete,altrimenti sarà un fallimento, di tutti e per tutti.”

Latest Posts

spot_img
spot_img

Ultim'ora