mercoledì 5 Ottobre 2022
20.9 C
Catania

Zona Industriale, bando di gara per 10 milioni di euro di lavori per la viabilità

correlati

Un altro passo dell’Amministrazione Comunale è stato compiuto per lo sviluppo e la riqualificazione della rete viaria della zona industriale di Catania. Sul sito dell’Urega e del comune di Catania, infatti, è stato pubblicato il bando di gara per individuare con evidenza pubblica il contraente che dovrà realizzare i lavori, attesi da decenni dagli operatori del sito produttivo etneo, il più importante dell’isola.

La base d’asta dell’appalto integrato è di 8,62 milioni di euro, a cui vanno aggiunte altre somme per la progettazione esecutiva e per l’iva per un ammontare complessivo di 10  milioni di euro; fondi comunitari del Patto per la Sicilia, dalla Regione trasferiti al Comune, per finanziare i programmi di riqualificazione, presentati dalla giunta Pogliese su proposta dell’assessore Giuseppe Arcidiacono, per il restyling dei principali assi viari dissestati della zona industriale soprattutto della zona sud.

Gli elaborati, redatti da personale interno al Comune con il coordinamento del direttore dei lavori pubblici Salvo Marra, riguardano il rifacimento della pavimentazione di strade e marciapiedi e un adeguamento dello spazio pubblico ai nuovi di criteri di sicurezza nelle contrade Giancata, Passo Martino e Torrazze.

“Un fatto di straordinaria importanza -ha spiegato il sindaco Pogliese- che consente già nella prossima primavera di aprire i cantieri per ammodernare la zona industriale, un’azione che abbiamo messo al centro della nostra azione amministrativa. Grazie a questi progetti andati in gara, 10 milioni di euro stanziati grazie alla rimodulazione dei fondi del Patto per la Sicilia e alla disponibilità del presidente della regione Musumeci e dell’assessore Turano, superiamo complessivamente i trenta milioni di euro di investimenti infrastrutturali. Questa somma, infatti, si aggiunge ai 20,6 mln di risorse Ue che abbiamo impegnato come giunta comunale, invece dei 12,5 originariamente previsti, al servizio delle imprese della zona industriale, da decenni senza adeguata manutenzione con rimpalli di responsabilità e causa di innumerevoli disagi”.

Latest Posts

Ultim'ora