Corruzione: Di Nicola(M5S), ‘Conte pretenda dimissioni Siri’

Roma, 22 apr. (AdnKronos) - ?Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte deve dare un segnale a tutte le forze politiche e al Paese: Armando Siri, il sottosegretario indagato per corruzione, deve uscire dall'esecutivo. E se non lo fa volontariamente, per il rispetto che dovrebbe alle Istituzioni, sia lo stesso Conte a pretenderne le dimissioni?. Lo afferma Primo Di Nicola, vicecapogruppo M5S al Senato. ?Dovrà essere naturalmente la magistratura -aggiunge- a definirne le eventuali responsabilità penali, e siamo tra i primi ad augurare al senatore Siri di poter dimostrare la propria innocenza. Ma, nel frattempo, non è politicamente tollerabile la presenza nel governo di un esponente leghista sospettato di aver provato a far diventare legge un emendamento a favore delle attività di Paolo Arata, socio di Vito Nicastri, imprenditore siciliano dell'eolico, pregiudicato per corruzione e truffa e già oggetto, da parte della Direzione antimafia di Palermo, di un sequestro pari a 1,3 miliardi di euro perché sospettato di essere uno dei finanziatori del latitante Matteo Messina Denaro, uno dei capi più influenti di Cosa Nostra?.