33.2 C
Catania
sabato 2 Luglio 2022

Via Etnea, diventa “Area Pedonale video-controllata”

Da domani venerdì 17 giugno, via Etnea, da piazza Duomo fino ai pressi di Villa Bellini e piazza Vincenzo Bellini(Teatro Massimo) diventano ufficialmente “Area Pedonale video-controllata”, vera e propria isola pedonale con vigilanza elettronica, un fatto senza precedenti per il nostro centro storico.

Il controllo avverrà attraverso varchi elettronici, telecamere e presidi di Polizia Locale, che per 30 giorni è stato sperimentato positivamente in un mese di pre esercizio vigilato ma senza l’irrogazione di verbali ai contravventori.

Come per il borghetto al lungomare, anche per i tratti del centro storico il mese di pre-esercizio è stato attuato al duplice scopo di avviare il periodo di prova dei controlli e dare la possibilità a tutti gli aventi diritto di registrarsi e richiedere il pass di accesso.

I controlli con varchi elettronici e telecamere in via Etnea vigileranno da piazza Duomo alla Villa Bellini, in particolare nei seguenti tratti: via Vittorio Emanuele II, nei pressi del civico 148, lato nord, angolo via Raddusa; via Etnea, nei pressi del civico 46, lato est, angolo via Fragalà; via Etnea, nei pressi del civico 78, lato est, angolo via A. di Sangiuliano; via Etnea, nei pressi del civico 166, lato est, angolo piazza Stesicoro.

Per proteggere Piazza Bellini una telecamera di controllo è stata installata in via Michele Rapisarda, nei pressi del civico 2, lato ovest, angolo via Antonino di Sangiuliano.

Saranno gli agenti della Polizia Municipale con il supporto degli operatori dell’AMTS a presidiare varchi e ingressi, mentre il Comune di Catania ha incaricato l’Azienda Metropolitana Trasporti e Sosta S.p.A. di rilasciare i pass elettronici agli aventi diritto collegandosi al sito internet www.amts.ct.it area Permessi accesso Aree Pedonali e ZTL. Il provvedimento, da domani, avrà carattere permanente e saranno elevate multe e sanzioni ai trasgressori.

Il video controllo, che di fatto rende effettiva la pedonalizzazione, avviene principalmente a tutela e garanzia dello straordinario barocco con le sue bellezze artistiche e monumentali, meta di turisti ma anche zona logisticamente nevralgica per il capoluogo etneo, che in poche centinaia di metri racchiude piazza Duomo, piazza Università, Palazzo degli Elefanti e quello dei Chierici, il Rettorato Universitario, Palazzo Sangiuliano, la Prefettura con Palazzo Minoriti, Palazzo San Demetrio e altri beni di particolare valore storico.

Latest Posts

spot_img

Ultim'ora