32.5 C
Catania
martedì 5 Luglio 2022

Regionali 2022: Musumeci, “se si vince qui si va al Governo”

"criticare il governo che lavora è sport inutile"

“Vincere in una terra difficile e complessa come la Sicilia significa innanzitutto accreditare un buon metodo di governo etico-culturale, una sorta di ‘Green pass’ per assumere le sorti della Nazione”. Lo afferma il presidente della Regione Siciliana e leader di ‘DiventeràBellissima’, Nello Musumeci, in un intervista a ‘Libero’. Sui contrasti per la sua ricandidatura, sostenuta da FdI, che hanno portato a una frattura all’interno di Fi e alla contrarietà della Lega, il governatore osserva che “criticare il governo che lavora è sport inutile che serve solo a dare vantaggio agli avversari”.

“Qualcuno – si chiede – sta lavorando per Pd e M5s?”. “Il centrodestra siciliano – è la lettura di Musumeci – paga fratture interne e reclutamenti dell’ultima stagione dettati da ragioni non sempre nobili. Ho rispetto per il confronto interno che vivono alcuni alleati e continuo a credere che la coalizione riuscirà a trovare l’unità. La frattura del 2012 ha prodotto alla Sicilia cinque anni di calamità istituzionale con il governo Crocetta e il suo ‘modello Sicilia’ tanto caro ai Grillini…”.

Musumeci ribadisce che “il centrodestra vince, al Sud come al Nord, solo quando è unito” e sottolinea che “se si introduce il metodo del veto alla ricandidatura dell’uscente si corre il rischio di farlo diventare ovunque una regola suicida” Musumeci parla anche del rapporto con FdI, che sostiene la sua ricandidatura: “Non mi stanco mai di ringraziare Giorgia Meloni per la fiducia che sta manifestando ogni giorno, la sua non è una scelta di natura personale, ma di sensibilità e di responsabilità politica”. Sul rapporto di DiventeràBellissima con Fdi spiega che “significa affidare ad una forza politica nazionale, con la quale si condividono ideali e valori, alcuni obiettivi prioritari per trasformare la Sicilia da periferia a centro e cuore del Mediterraneo”

Latest Posts

spot_img

Ultim'ora