Donna uccisa da una palma, iniziato il processo

La costituzioni delle parti e la presentazioni di eccezioni preliminari ha caratterizzato la prima udienza del processo scaturito dall’inchiesta della Procura di Catania sulla morte di donna di 49 anni, Patrizia Scalora, uccisa dalla caduta della parte di una palma che l’ha travolta mentre era seduta su una panchina della centralissima piazza Cutelli con la figlia di 19 anni. La tragedia e’ avvenuta il 23 ottobre del 2014.

Imputati per omicidio colposo davanti alla terza sezione penale del Tribunale monocratico sono Marco Morabito e Paolo Italia, difesi dagli avvocati Carmelo Peluso e Piero Granata, in qualita’ di dirigenti del Verde pubblico del Comune di Catania, che e’ presente nel procedimento come responsabile civile, rappresentato dal professore Giovanni Grasso.

Il crollo della palma, secondi l’accusa, non e’ ritenuto collegato al vento che soffiava sulla citta’, ma a una mancata adeguata manutenzione della pianta anche alla luce dell’emergenza Punteruolo rosso. Sul caso indagarono militari del comando provinciale dei carabinieri di Catania. L’accusa e’ rappresentata in aula dal Pm Fabio Regolo.

L’udienza e’ stata aggiornata al prossimo 22 marzo.

Rispondi