Estorsione con metodo mafioso, arrestato 35enne

Questa mattina su delega della Procura Distrettuale Antimafia della Repubblica etnea, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare della custodia in carcere emessa dal Tribunale di Catania – Sezione del Giudice per le Indagini preliminari, nei confronti del catanese Alessandro Verdone 35 anni con l’accusa di estorsione con l’aggravante del metodo mafioso e finalità mafiosa.

Le indagini dei Carabinieri etnei scaturiscono dalle dichiarazioni fornite da Davide Seminara, collaboratore di giustizia, già esponente di spicco del gruppo criminale capeggiato dai fratelli Nizza, il quale avrebbe raccontato di un estorsione nei confronti dell’amministratore unico di un’azienda di trasporti, costretto dal 2010 a pagare 500 euro al mese.  Verdone, dopo le formalità di rito è stato accompagnato alla Casa Circondariale di Catania Bicocca a disposizione dell’A.G..