Elezioni Europee, si vota fino alle ore 23

Urne aperte dalle 7 anche in Sicilia per le elezioni europee. Nell’Isola gli elettori chiamati alle urne sono quattro milioni 700mila. Si vota fino alle 23 e subito dopo comincerà lo spoglio delle schede. Nella circoscrizione Isole, che comprende Sicilia e Sardegna, i seggi in palio sono otto. I seggi vengono assegnati con il sistema proporzionale puro. La scheda della circoscrizione Isole è rosa.

L’Italia viene divisa in cinque grandi circoscrizioni elettorali: nord-occidentale (I), nord-orientale (II), centrale (III), meridionale (IV) e insulare (V). Al momento di entrare in cabina gli elettori riceveranno una scheda, di colore diverso a seconda della circoscrizione: grigio per l’Italia nord-occidentale (Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia), marrone per l’Italia nord-orientale (Veneto, Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna), fucsia per l’Italia centrale (Toscana, Umbria, Marche, Lazio), arancione per l’Italia meridionale (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria) e rosa per l’Italia insulare (Sicilia, Sardegna). I candidati di ciascuna lista variano da una circoscrizione all’altra, fatta eccezione per alcuni leader schierati da piu’ parti.

Si vota, come in tutti i Paesi, con un sistema di tipo proporzionale: la soglia di sbarramento, sotto la quale si resta fuori, e’ del 4%. Non ci sono coalizioni, ciascuna lista corre per se’. Il voto si esprime tracciando sulla scheda, con la matita copiativa avuta dagli scrutatori, il segno X sul contrassegno corrispondente alla lista prescelta o nel rettangolo che lo contiene. Si possono votare fino a tre candidati compresi nella lista votata ma nel caso di piu’ preferenze esse devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda e della terza. Una sola preferenza puo’ essere espressa per i candidati compresi nelle liste di minoranze linguistiche. secondo la piu’ recente giurisprudenza, l’elettore che si rende conto di aver sbagliato nel votare puo’ chiedere al presidente del seggio di sostituire la scheda per esprimere nuovamente il proprio voto. Il presidente gli consegnera’ una nuova scheda e inserira’ quella sostituita tra le “schede deteriorate”.

Rispondi