Foibe: Gruppo Zaia, Regione Veneto sospenda contributi ad Anpi Rovigo

Venezia, 29 gen. (AdnKronos) – ?Nonostante il maldestro tentativo di dietrofront dell’Anpi di Rovigo, trovo estremamente grave che non ci sia stata una presa di distanza netta nei confronti di chi ha negato, con un post su Facebook visibile a tutti, l’esistenza di un fenomeno drammatico come quello delle foibe e della persecuzione degli italiani del Venezia Giulia, dell’Istria e della Dalmazia da parte delle truppe titine. Espressioni ancora più gravi se si considera che l’Anpi riceve contributi pubblici che devono essere sospesi immediatamente?. Con queste parole, il consigliere regionale di Zaia Presidente, Luciano Sandonà, presenta ?una Interrogazione alla Giunta regionale del Veneto con cui ho chiesto di interrompere qualsiasi iniziativa di supporto all’Anpi, la cui sezione rodigina, in un post sui Social, ha definito la foiba di Basovizza ?una vergognosa fandonia’ e un’invenzione storica dei fascisti per far sparire i partigiani jugoslavi?.
?E’ sconcertante pensare che questa polemica sia scoppiata a ridosso della Giornata della Memoria ? sottolinea il consigliere regionale – in cui si sono commemorate le vittime della Shoah, e pochi giorni prima del Giorno del Ricordo, dedicato alle decine di migliaia di persone uccise dai soldati jugoslavi del maresciallo Tito e fatte sparire nelle foibe carsiche. Non possiamo tollerare che una pagina così drammatica della storia italiana, per troppo tempo passata sotto silenzio, sia stravolta da un’associazione che riceve contributi pubblici?.