Fuggito durante permesso premio, la polizia arresta Concetto Bonaccorsi

BONACCORSI Concetto

Gli agenti della Squadra Mobile di Catania hanno tratto in arrestato il latitante Concetto Bonaccorsi, 56 anni conosciuto come “‘u carateddu”. Bonaccorsi, storico esponente della famiglia, “Carateddi”, dell’organizzazione Cappello – Bonaccorsi. Lo stesso, recluso nel  penitenziario di Secondigliano, ha fatto perdere le sue tracce nel 2016, grazie ad un permesso premio di 3 giorni. L’uomo, stava scontando la pena dell’ergastolo per il reato di omicidio aggravato, associazione per delinquere di stampo mafioso ed associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti.

Gli investigatori della Squadra Mobile di Catania sono riusciti a rintracciarlo, in un appartamento di una villa a Massa e Cozzile (PT), dove è stato arrestato in collaborazione con la Squadra Mobile di Pistoia.  Concetto Bonaccorsi, vanta un curriculum criminale di spessore, annoverando pregiudizi penali per associazione per delinquere di stampo mafioso, omicidi, distruzione di cadavere, reati in materia di stupefacenti ed armi, reati contro il patrimonio (rapine) ed altro.