Lavoro: Cosfel approva piano stabilizzazione precari Comune

“Ci tenevo a concludere il mio augurio a ciascuno di voi e alle vostre famiglie annunciando che la Cosfel del Ministero dell’Interno ha autorizzato il piano che ci porterà a stabilizzare i 133 precari del Comune entro il 2018”.

Lo ha detto il sindaco di Catania Enzo Bianco rivolgendosi, in un Salone Bellini gremito, alla presenza della presidente del Consiglio comunale Francesca Raciti, degli assessori della sua Giunta, – Luigi Bosco, Marco Consoli, Rosario D’Agata, Salvo Di Salvo, Orazio Licandro, Nuccio Lombardo, Salvo Parlato, Valentina Scialfa e Angelo Villari – della segretario generale Antonella Liotta e del capo di Gabinetto Beppe Spampinato, a tutti coloro i quali si erano recati nel Palazzo degli elefanti per gli auguri di Natale, tra i quali anche la deputata nazionale Luisa Albanella e i deputati regionali Valeria Sudano e Marco Forzese. C’erano inoltre, tra gli altri, numerosi consiglieri, presidenti di municipalità e aziende partecipate, il mondo produttivo e sindacale ai massimi livelli – i segretari provinciali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl Giacomo Rota, Maurizio Attanasio, Fortunato Parisi e Giovanni Musumeci e i vertici di Confindustria, con il vicepresidente vicario Antonello Biriaco -, i presidenti di Ance Giuseppe Piana, Cna Andrea Milazzo e Legacoop Giuseppe Giansiracusa e l’ad di Sac Nico Torrisi.

“Potremo assumere – ha spiegato Bianco – già nei prossimi giorni la quota stabilita per il 2016 che è di 38 persone. E a differenza di altri Comuni in cui la stabilizzazione è stata fatta per tutti nella fascia B, noi terremo in conto la professionalità maturata in questi anni dai dipendenti precari, che non sono più dei ragazzini, assumendoli definitivamente anche nelle fasce C e D. E sono felice che possiate trascorrere, grazie a questa notizia, un Natale più sereno”.

Nei suoi auguri il Sindaco aveva sottolineato come Catania si sia dotata in questi ultimi anni “di un parco progetti che può consentire di risolvere alcune grandi questioni di una città complessa e impegnativa”. Progetti che riguardano la mobilità, la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, la rete fognaria, il canale di gronda.

“Abbiamo – ha detto Bianco – una dotazione di finanziamenti che dovremo trasformare in occasione concreta di crescita e cambiamento. Per fare tutto questo occorre un grande spirito di squadra e io voglio ringraziare i dipendenti del Comune di Catania che, considerevolmente ridotti di numero rispetto al passato, hanno lavorato bene anche grazie a un migliore assetto organizzativo. Un ringraziamento che va esteso a chi lavora nelle aziende partecipate o nei teatri Vincenzo Bellini e nello Stabile di Catania”.

Richiamando le terribili vicende di Berlino e le immagini provenienti da tutto il mondo di disperazione e povertà causate dalla crisi, Bianco ha affermato che Catania ha saputo affrontare le sue difficoltà con grande dignità e orgoglio.
“Per questo – ha detto – sento il dovere di condividere con ciascuno di voi le parole meravigliose che Papa Francesco ha indirizzato ai Sindaci di alcune città particolarmente impegnate nell’accoglienza ai migranti. Condividerle con chi ha trascorso le notti per dare assistenza a chi aveva attraversato il mare in cerca di una vita migliore, in particolare i bambini. Molti dipendenti comunali e tanti volontari, come i ragazzi di Emergency che sono venuti a trovarci oggi”.

Il Sindaco si è poi recato nelle sedi delle partecipate Sidra, Sostare e Multiservizi dove, insieme con i rispettivi presidenti – Alessandro Corradi, Luca Blasi e Giovanni Giacalone – ha fatto ai dipendenti gli auguri di Natale. Nei giorni scorsi Bianco si era recato per lo stesso motivo nelle sedi dell’Amt e di Asec e Asec Trade.

Rispondi