Maltempo: danneggiate anche aziende agricole

Settimana all’insegna della nuvolosita’ su gran parte dell’Italia, con peggioramento specie nel fine settimana al centro-nord e sulle regioni tirreniche, parzialmente esteso al centro-sud, e poi graduale miglioramento per la domenica. Sono le previsioni del tempo in Italia fornite dal Servizio meteorologico dell’Aeronautica Militare. Per martedì su Calabria e Sicilia cielo poco nuvoloso, salvo annuvolamenti piu’ consistenti attesi dal pomeriggio sull’area calabrese centro-meridionale e sulla parte tirrenica centro-orientale dell’isola; sul restante meridione bel tempo al mattino, ma con estesa copertura medio-alta in arrivo dalle ore pomeridiane. Nel tardo pomeriggio le precipitazioni si estendono alla Sicilia (nevose oltre 700-800 metri) e, in serata, sulla Sardegna sud-orientale.

Intanto le forti raffiche di vento hanno divelto serre, spezzato piante e distrutto coltivazioni con pesanti danni all’agricoltura. E’ quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti sugli effetti dell’ondata di maltempo che ha colpito le regioni del centro sud. Particolarmente difficile – sottolinea la Coldiretti – la situazione in molte aziende agricole della Sicilia dove sono state danneggiate dal vento decine di serre nelle province d Ragusa e Siracusa. Ma il vento dopo le temperature insolitamente levate di febbraio – continua la Coldiretti – alimenta anche gli incendi che sono scoppiati anche gli incendi in diverse aree della Penisola, dalla Lucchesia dove sono andati in fumo decine di ettari di prato e pascolo nel comune di Stazzema all’Aquilano dove le fiamme hanno interessato una porzione di bosco di Poggio Filippo, frazione di Tagliacozzo. L’ondata di maltempo ha interessato la Penisola in un mese di febbraio con temperature minime di 2,2 gradi superiori alla media secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Ucea relativi alla prima decade di febbraio. Siamo di fronte – conclude la Coldiretti – agli effetti dei cambiamenti climatici che si manifestano con il moltiplicarsi di eventi estremi, svolte improvvise e sfasamenti stagionali che impattano pesantemente sull’agricoltura e sull’ambiente.

Rispondi