Operazione colomba, arrivano le condanne definite. Scattano 15 arresti

Sono in tutto quindici, le persone arrestate dalla squadra mobile di Catania a conclusione del processo per associazione per delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di stupefacenti nato dall’operazione ‘Colomba’ scattata nel 2014 nei confronti di 48 indagati.

Nei loro confronti è stato eseguito un provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura generale dopo che la sentenza di condanna, emessa il 23 settembre del 2016 dalla Corte d’appello, è diventata definitiva. A Mazara del Vallo agenti squadra mobile di Catania, in collaborazione con personale della Questura di Trapani, ha arrestato Carmelo Crisafulli, 35 anni, detto ‘Camerlu u niuru’, che era ai domiciliari per altra causa, perché deve scontare 14 anni e sei mesi di reclusione.

Gli altri arrestati, che erano anche loro tutti ai domiciliari, sono: Alfio D’Ignoti Parenti, di 27 anni, (condannato a 7 anni di reclusione); Antonino Di Benedetto, di 30, (7 anni e 4 mesi); Agatino Di Mauro, di 45, (6 anni e 8 mesi); Giuseppe Di Mauro, di 41, (7 anni e 2 mesi); Vincenzo Di Mauro, di 25, (7 anni e 4 mesi); Daniele Gagliano, di 31, (6 anni e 10 mesi); Mario Marghella, di 47, (8 anni e 1 mese); Salvatore Mascali, di 31, (6 anni e 8 mesi); Gaetano Moschella, di 62, (7 anni e 6 mesi); Giovanni Munzone, di 36, (7 anni e 4 mesi); Sergio Orazio Pacifico, di 41, (6 anni e 8 mesi); Maria Grazia Pastura, di 46, (6 anni e 8 mesi); Fortunato Tiplica, di 44, (7 anni e 8 mesi); e Orazio Toscano, di 25, (6 anni e 10 mesi). Crisafulli è stato condotto nel carcere di Trapani, gli altri condannati in quello di Catania.