Palermo: Ai Cantieri culturali arriva l’Appello alla Resilienza e alla Speranza

Palermo, 20 nov. (AdnKronos) – Il 22 novembre sarà presentato a Palermo alla Sala De Seta presso i Cantieri Culturali alla Zisa ‘l’Appello alla Resilienza e alla Speranza’, rivolto ai giovani del mondo, scritto dal premio Nobel per la Pace Adolfo Pérez Esquivel e dal Maestro buddista Daisaku Ikeda, leader spirituale dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai. L’evento, organizzato con il patrocinio del Comune, avrà inizio alle ore 11 e vedrà coinvolti gli studenti delle scuole superiori palermitane. Con questo appello, Pérez Esquivel e Ikeda “affidano alle nuove generazioni il testimone della difesa dei Diritti umani, della Pace, di uno Sviluppo sostenibile e solidale, come atto di fiducia nelle capacità dei giovani di individuare e percorrere insieme nuove strade e riscattare l’eredità del passato e affrontare le sfide del futuro – si legge in una nota – La decisione di elaborare un appello comune si è consolidata al termine del simposio ?Per un mondo libero da armi nucleari e per il disarmo integrale? voluto da Papa Francesco lo scorso novembre in Vaticano”.
A Palermo il testo verrà letto da giovani di diverse fedi religiose in rappresentanza di tutti i destinatari. Alla Sala De Seta interverranno il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, che aderisce all’appello e l’assessore alle Politiche Sociali Giuseppe Mattina. All’evento sono state invitate le istituzioni religiose e civili della città.
Per l’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai (IBISG) sarà presente la Professoressa Francesca Corrao, Presidentessa del Comitato scientifico della Fondazione Orestiadi e docente di Lingua e Cultura Araba all’università Luiss di Roma. Tra i relatori anche il Professor Antonio La Spina, ordinario di Sociologia all’Università Luiss di Roma, autore del libro ?Daisaku Ikeda. Idee per il futuro dell’umanità? e della laudatio in occasione della laurea honoris causa in Scienze della Comunicazione conferita il 25 marzo del 2007 dall’ateneo palermitano a Daisaku Ikeda, già cittadino onorario della città dal 2001.