Pedopornografia, indagato 27enne

Gli investigatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni Sicilia Orientale, sotto il coordinamento della Procura di Catania, hanno indagato un 27enne ritenuto responsabile di adescamento nei confronti di una minore catanese e di detenzione di materiale pedopornografico. L’indagato, residente a Brescia ed esperto informatico, tramite servizi di messaggistica istantanea, era riuscito a ottenere la fiducia della ragazzina, alla quale indirizzava costanti lusinghe, tanto da convincerla a inviargli immagini e video di natura esplicitamente sessuale.

I fatti sono emersi grazie alla scoperta da parte dei genitori di alcune chat relative a vicende di autolesionismo della minore. Un piu’ approfondito controllo del cellulare ha evidenziato la presenza di conversazioni con l’indagato che sono state subito denunciate alla Polizia Postale di Catania. Gli investigatori hanno cosi’ raccolto indizi di colpevolezza nei confronti dell’uomo, a seguito dei quali la Procura della Repubblica di Catania ha emesso un decreto di perquisizione personale, locale e informatica a suo carico. L’attivita’, svolta dalla Sezione Polizia Postale di Brescia, ha consentito di verificare la presenza di materiale di natura pedopornografica, riguardante la minorenne.

Rispondi