Picchiano anziana per un bracciale da 350 euro, arrestati

Fingendosi fattorini, hanno fatto irruzione in casa di un anziana 80enne. Secondo la ricostruzione, l’anziana sarebbe stata picchiata con calci e pugni e infine legata con del nastro da imballaggio e imbavagliata con uno straccio per impedirle di chiedere aiuto. E’ l’accusa contestata ai fratelli Giuseppe Carmelo, Salvatore e Filippo Lizzio, di 47, 55 e 57 anni, che sono stati posti agli arresti domiciliari dal Gip di Catania, su richiesta della Procura.

Le indagini della squadra mobile della Questura hanno permesso di fare luce sulla violenta rapina consumata in casa dell’anziana il 7 agosto del 2017, identificando i due presunti autori materiali, Giuseppe Napoli, di 50 anni, portato in carcere dalla polizia, e, Giuseppa Ingrassia, di 52, quest’ultima già arrestata il 17 luglio del 2018. A organizzare la rapina sarebbe stata Grazia Sapuppo, di 52 anni, che è stata arrestata. Il bottino fu un bracciale d’oro del valore di 350 euro.

Rispondi