Piovella (Soi): “150 mln l’anno per rilanciare oculistica in Italia”

Roma, 22 mag. (AdnKronos Salute) – “Occorrono 150 milioni di euro l’anno per riformare l’oculistica italiana. E’ necessaria una dotazione sia economica che organizzativa, perché attualmente solo l’1% degli interventi di cataratta, ad esempio, viene effettuata nel settore pubblico utilizzando le tecnologie più moderne. Circa 150 milioni di euro l’anno potrebbero rappresentare una vera svolta”. A dirlo Matteo Piovella, presidente della Società oftalmologica italiana (Soi), oggi alla conferenza stampa di presentazione del 17esimo Congresso Internazionale, che si terrà fino a sabato a Roma.
A intervenire il presidente della commissione Sanità del Senato, Pierpaolo Sileri: “Poter effettuare un intervento di cataratta a costo zero nel nostro Paese è una cosa straordinaria. Il nostro Ssn è il migliore del mondo, ma ha 40 anni e serve un ‘restyling’, in modo da poter trovare le risorse economiche proprio all’interno del Ssn, riorganizzandolo. Oggi viviamo a lungo, molto oltre gli 80 anni, ma con gli ultimi anni della vita non sempre di qualità e qui ci sono le disparità maggiori. Che ci siano prestazioni che non è possibile effettuare perché non salvavita mi fa male come medico. La compartecipazione a mio parere non è la soluzione – fa notare – bensì la digitalizzazione del sistema, che genera risparmi di risorse e di tempo, la riduzione del contenzioso sanitario, dato che la medicina difensiva oggi costa 7-8 mld di euro l’anno, e risparmi si possono trovare anche rivedendo il sistema di Drg”, ha concluso.