Rifiuti: a Milano raddoppiano centri raccolta per apparecchi elettrici

Milano, 12 gen. (AdnKronos) - Milano potenzia la raccolta dei piccoli rifiuti elettronici e raddoppia il numero di EcoIsole, i cassonetti intelligenti dove conferire smartphone, tablet, piccoli elettrodomestici, caricabatterie e lampadine a risparmio energetico e neon non più funzionanti. Amsa, società del gruppo A2A, in partnership con Ecolight, del consorzio nazionale per la gestione dei Raee, e in collaborazione con il Comune di Milano, ha posizionato anche in corrispondenza dei Municipi 6, 7, 8 e 9 i cassonetti per i piccoli elettrodomestici e gli apparecchi elettrici. Il progetto partito con le prime quattro EcoIsole è stato confermato e rilanciato, con i punti di raccolta che diventano otto. In meno di sei mesi quasi 2.800 utenti hanno utilizzato i cassonetti automatizzati, conferendo oltre due tonnellate di piccoli Raee, i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche. "Una raccolta sempre più selettiva e differenziata di rifiuti -spiega Marco Granelli, assessore comunale alla Mobilità e Ambiente- non deve complicare la vita ai cittadini che si impegnano nella nostra battaglia a favore dell'ambiente. Per questo lavoriamo con Amsa così diventa facile gettare correttamente i piccoli elettrodomestici e gli strumenti elettronici". Nel corso del 2018 Amsa ha raccolto 3.344 tonnellate di Raee, il 42% dei quali appartenenti alla categoria R4 dei piccoli elettrodomestici. Milano, si sottolinea dal Comune, rimane una delle metropoli europee più virtuose in termini di raccolta differenziata, che nel 2018 ha sfiorato la percentuale del 60%.