Rifiuti: in Lombardia calo del 10% in 10 anni

Milano, 25 mag. (AdnKronos) – “Siamo in fase di predisposizione dell’atto d’indirizzo del nuovo piano di gestione dei rifiuti, che sarà orientato all’economia circolare e basato sull’effettivo recupero e non solo di quanto raccogliamo”. Lo ha annunciato l’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, a un convegno all’Università Bicocca di Milano. “Il modello lombardo sulla gestione dei rifiuti funziona, perché sta portando all’obiettivo fondamentale della riduzione della loro produzione. Una regione come la Lombardia che, essendo molto sviluppata e con una popolazione in costante aumento, dovrebbe produrre più rifiuti, ne produce invece sempre di meno”, ha proseguito l’assessore.
Cattaneo ha sottolineato come negli ultimi 10 anni i rifiuti siano calati di circa il 10%, mentre la raccolta differenziata fino al 1995 in Lombardia si attestava solo a poco più del 10%. “Grazie a una gestione industriale del sistema dei rifiuti oggi abbiamo una situazione ben diversa” ha ricordato, richiamando i dati attuali, dove la raccolta differenziata si attesta al 70%, di cui il 60% circa viene avviato a recupero.
In Lombardia sono presenti 13 impianti di termovalorizzazione per la produzione di energia e calore, 68 impianti di compostaggio e circa 3mila impianti che si occupano del trattamento dei rifiuti. “La raccolta differenziata da sola non basta – ha aggiunto l’assessore – per far sparire magicamente i rifiuti. Occorre tutto il sistema di gestione, che deve consentire recupero e smaltimento, azzerando la discarica. Oggi bisogna spostare l’attenzione dalla raccolta differenziata al recupero effettivo”.