Ambiente, tolleranza zero per i rifiuti non conformi

È partito il nuovo corso della raccolta differenziata a Catania. Assessorato comunale Ecologia e Ambiente, Polizia Municipale e Dusty, fanno fronte unico per far sì che i catanesi rispettino le regole.

Un’azione importante di contrasto al “conferimento selvaggio” dei rifiuti non conformi, con sanzioni elevate ai trasgressori. Un segnale per colpire gli utenti irregolari e fare capire che tutti devono adeguarsi alle regole.

Con la fattiva la collaborazione di Dusty, che aprendo i sacchi dei rifiuti nei quartieri in cui è prevista la raccolta porta a porta, ha dimostrato l’irregolarità, in data odierna (31 gennaio) il personale del corpo di Polizia municipale di Catania – sezione Vigilanza Ambientale – ha elevato 20 verbali ai sensi dell’ordinanza sindacale n. 124 /2016 per aver conferito rifiuti solidi urbani non conformi. Utenti sanzionati nelle vie Torino, Renato Imbriani, Papale, Largo Rosolino Pilo, Francesco Riso; ed ancora nelle vie Vittorio Emanuele Orlando, Vincenzo Giuffrida, Corso Italia e via Firenze.

Verbali che aumenteranno nei prossimi giorni se i catanesi non rispetteranno le regole. L’operazione “tolleranza zero” avviata questa mattina proseguirà infatti, nei prossimi giorni. I rifiuti non conformi, etichettati con un adesivo che ne riporta l’irregolarità, oggi non sono stati ritirati dal personale Dusty e rimarranno per 24 ore all’obiettivo di far vedere agli utenti che hanno sbagliato e per questo, sanzionati.

Non si è trattato di un mancato servizio: di concerto con Amministrazione comunale e Polizia Municipale, i rifiuti “incriminati” saranno ritirati dagli operatori Dusty entro le prossime 24 ore.

“Un’azione concordata – spiega l’ass.re all’Ecologia e all’Ambiente Fabio Cantarella – perché vogliamo sensibilizzare ulteriormente i catanesi, educandoli al rispetto delle regole sulla differenziata e quindi come abbiamo fatto a fine estate, ripartiremo adesso perché vogliamo dare un ulteriore impulso a questa attività. Alcuni incivili – continua il numero uno dell’assessorato – spesso si dimenticano del deterioramento ambientale che provocano, creando uno spreco di risorse pubbliche e causando un danno a loro stessi”.

Un’azione avviata nei quartieri di Catania per non vanificare gli sforzi compiuti sinora con le campagne di sensibilizzazione e comunicazione di Dusty, per far rispettare le regole. Uno sforzo unilaterale di Comune, Polizia e Dusty anche in vista delle prossime giornate agatine, perché passi con chiarezza un messaggio: senza la collaborazione di tutti, non si può attuare il cambiamento e il miglioramento di Catania.

Le sanzioni saranno applicate a persone fisiche (se individuabili) o nei condomini in cui, negli step serviti dal porta a porta, verranno lasciati i rifiuti non conformi, secondo calendario settimanale.

Rispondi