Sequestro di botti illegali a San Cristoforo, una denuncia

Con l’approssimarsi della fine dell’anno il Comando Provinciale di Catania ha intensificato i servizi di controllo del territorio nel contrasto ad ogni forma di commercio illegale dei c.d. botti di capodanno.
In quest’ottica è stata significativa l’attività info-investigativa svolta dai Carabinieri della Compagnia di Piazza Dante che ieri sera hanno fatto scattare un blitz nel cuore di San Cristoforo, precisamente in un garage di Via Dell’Argonauta, dove gli operanti hanno rinvenuto e sequestrato oltre 2.000 artifizi pirotecnici d’importazione, di cui una decina di produzione artigianale con un’alta carica di polvere pirica (definiti comunemente “botti killer”).
Questi prodotti, maneggiati da mani inesperte o da minorenni, possono causare incidenti con gravi conseguenze talvolta mortali. Sul posto sono intervenuti i militari del Nucleo Artificieri e Antisabotaggio del Reparto Operativo che hanno provveduto a classificare e mettere in sicurezza il materiale esplodente che in una seconda fase sarà distrutto.
Il proprietario del garage, un pregiudicato catanese di 48 anni, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per commercio abusivo, omessa denuncia e detenzione illegale di materiale esplodente.

Rispondi