Significativo incremento della stagione crocieristica a Catania

La stagione crocieristica a Catania, nel corso della quale sono attese 114 navi ed oltre 200.000 ospiti, con un incremento rispettivamente del 63% e del 66% rispetto al 2018, è ormai entrata nel vivo.

Domani (venerdì 19 aprile) sarà la volta della nuova Mein Schiff 2 della compagnia TUI Cruises, che approderà nel porto etneo per la prima volta dopo il suo recente varo. In tale occasione, come consuetudine, il Comandante della nave inviterà a bordo le Autorità e le Istituzioni locali per la tradizionale cerimonia di scambio crest.

Costruita nei cantieri navali finlandesi di Meyer Turku secondo le più aggiornate tecnologie in materia di ecosostenibilità, la nave ha una lunghezza massima di oltre 315 metri, capace di ospitare circa 3.000 passeggeri, assistiti da un equipaggio di oltre 1.000 persone. TUI Cruises si conferma anche quest’anno come il più importante ed affezionato cliente del terminal crociere di Catania, contribuendo per circa il 25% al complessivo volume di traffico, in termini sia di numero di navi, sia di numero di passeggeri in arrivo, a riprova del positivo apprezzamento per il porto e per la città di Catania.

Il 2019 segnerà non solo la tanto attesa ripresa del traffico crocieristico nel porto etneo, ottenuta grazie al proficuo ed ininterrotto lavoro di promozione svolto da Catania Cruise Port, insieme con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale e con il Comune di Catania, ma vedrà anche l’avvio delle procedure per la costruzione di un nuovo terminal crociere, in sostituzione di quello esistente. La costruzione di un nuovo terminal costituisce certamente uno snodo indispensabile, anche se non del tutto sufficiente, per consolidare i volumi di traffico e per far diventare Catania “home port” – porto di inizio e fine crociera.

Occorrerà a tal fine, infatti, dare un concreto ed urgente impulso al miglioramento complessivo dell’infrastruttura portuale, insieme con la definizione di procedure per facilitare e velocizzare la gestione dei flussi di passeggeri e bagagli fra aeroporto e porto durante le operazioni di imbarco e sbarco, mutuando le positive esperienze già da tempo in atto in altri analoghi contesti.

Catania Cruise Port è entrata a far parte alla fine del 2016 del network Global Ports Holding (GPH), il più grande operatore indipendente di terminal crocieristici al mondo. Con una presenza consolidata nel Mediterraneo, in Atlantico e nelle regioni dell’Asia-Pacifico, ivi compreso alcune importanti realtà di porti commerciali in Turchia e Montenegro, e con la recente aggiunta dei terminal crociere di La Habana (Cuba), Zadar (Croazia) e Antigua (Antigua e Barbuda), GPH gestisce un portafoglio di 16 porti crocieristici in 10 diversi Paesi, nei quali si svolgono ogni anno più di 3.000 accosti di navi di tutte le Compagnie.

Rispondi