Turismo: con Bto11 Firenze per 2 giorni capitale di quello online

Firenze, 15 mar. (Labitalia) – Tutto pronto per BTO11 – ‘Right Here Right Now’, l’evento di riferimento dedicato al rapporto tra travel & innovation, in programma il 20 e 21 marzo, alla Stazione Leopolda di Firenze. Due giornate ricche di appuntamenti: decine di incontri, panel e workshop durante i quali verranno delineati trend e scenari del turismo mondiale, verranno presentati dati, ricerche, best practice e start up applicate al travel. Oltre 180 speaker, tra cui big internazionali, si daranno il cambio sul palco delle diverse hall. Il pubblico potrà scegliersi il proprio percorso su misura nel palinsesto costruito dal direttore scientifico di BTO11, Francesco Tapinassi, insieme ai membri dell’advisory board e sviluppato attorno al tema chiave ?smartness’ su 4 asset principali: Hospitality, Destination, Digital Strategy, Food and Wine Tourism.
Tra gli appuntamenti da non perdere, il panel a cui parteciperanno, tra gli altri, i rappresentanti delle due città decretate European Capital of Smart Tourism 2019: Linz e Lubiana. A parlarne Sebastian Frankenberger, da Linz, e Lenka Sorsak, Regional destination organization coordinator Lubiana Tourism (il 21 alle 12,20 #2 Scientific Hall). A BTO11 non poteva mancare la Cina, con un incontro su come l’Impero Celeste diventerà nei prossimi anni la prima destinazione turistica al mondo, sempre più leader mondiale nell’innovazione digitale. Si esplorerà in che modo sta cambiando la domanda cinese e quali strategie l’Italia può mettere in campo per intercettare la domanda. La parola a Nicola Bellini, della Scuola Superiore Sant’Anna Pisa, insieme a Kevin King di Shiji Group, Weijun (Roger) Qiu di Ctrip (il più grande tour operator cinese) e Guillaume de Roquefeuil fondatore di EuroPass (il 20 alle 17,20).
Ci sarà spazio per parlare di innovazione nell’ospitalità. L’argomento verrà approfondito in Main Hall con Marc Sampietro di The Student Hotels Group, Peter Palicz KiVi di Hotel Budapest, Steve Lee Aprilli di Design Studio, Giancarlo Zema di Design Group e Valentina Sumini del Mit-Massachusetts Institute of Technology per affrontare il turismo spaziale (il 21 alle 16,10). Inoltre, TripAdvisor ha scelto il palco di BTO per raccontare le tante novità lanciate a livello internazionale e in 28 lingue lo scorso 13 novembre. Come spiegherà Martin Verdon-Roe, Global vicepresident of Display Sales for TripAdvisor, non è un restyling, ma molto di più.
L’inaugurazione di BTO11 è in programma il 20 marzo, alle 11,15, alla presenza delle istituzioni e degli organizzatori. A seguire la conferenza stampa con firma del Memorandum of Understanding tra Toscana Promozione Turistica e Ctrip. Alle 11,55 spazio a Destinazione Toscana 2020, l’appuntamento annuale per fare il punto sulle strategie e i risultati in materia di promozione turistica regionale (#2 Scientific Hall). La Regione Toscana ha assunto ormai da anni un ruolo di guida in Italia sui temi del turismo digitale e dell’innovazione, leadership riconfermata anche dalla terza edizione di ‘Ecosistemi Digitali’ in programma il 21 marzo dalle ore 14,10 (#5 Hall). BTO è un marchio di proprietà Toscana Promozione Turistica e Camera di commercio di Firenze. BTO11 è affidata a Toscana Promozione Turistica, PromoFirenze – Azienda Speciale della Camera di commercio di Firenze e Fondazione Sistema Toscana.
Nel dettaglio, il tema dell’hospitality sarà al centro di BTO11. Si parlerà di sicurezza delle transazioni online, dei processi aziendali che implicano sempre più tecnologia a supporto del fattore umano, che resta sempre elemento irrinunciabile in un contesto di servizi alla persona, come quello alberghiero. Altro tema i Dream Hotel: gli alberghi saranno riprogettati per utilizzare al meglio tecnologie, spazi condivisi e food delivery. Altro tema al centro della discussione sarà l’Intelligenza Artificiale rappresentata dai chatbot e dall’interfaccia vocale (Vui) che sono ogni giorno più diffuse e si migliorano costantemente apprendendo dall’uomo. Questi canali potrebbero diventare la soluzione preferenziale per gli ospiti del settore alberghiero per rivolgere domande, presentare ordinazioni, condividere reclami e anche effettuare prenotazioni.
Alcune catene alberghiere internazionali hanno già investito tempo e denaro su queste tecnologie e ne racconteranno gli esiti, insieme a Giovanna Manzi di Best Western e Charlie Cadbury di Say It Now. Con Massimo Caria di Tooly.tips e Margaret Ady di Apaleo si parlerà del ruolo crescente dei software alberghieri e del problema della scelta di fronte a un mercato sempre più vasto. Infine, i veri protagonisti della prima condanna penale per la pubblicazione di false recensioni in Italia.
Nei mercati turistici più evoluti, tra cui l’Italia, quasi un acquisto su due avviene già online e il trend è sempre più in crescita. Questa evoluzione velocissima è legata anche alla crescita del mobile e-commerce che oggi equivale a un quarto degli acquisti in Italia (dati 2018 dell’Osservatorio eCommerce B2C promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm), dai pagamenti sempre più semplificati a 1-click ‘Tap-and-Pay’, dalle sperimentazioni in voice payment ai nuovi progetti hitech di Amazon (Alexa) e Google; ora con TestMySite, la piattaforma sui tempi di caricamento da mobile del proprio sito ecommerce è possibile misurare il potenziale revenue che si genererebbe per ogni secondo risparmiato sui tempi di caricamento della pagina. Lo scenario sarà al centro di BTO11.
In BTO11 ci saranno numerose ‘cassette degli attrezzi’ per capire come si approcciano i canali più maturi dell’advertising e ottenere il massimo dei risultati commerciali. Con Google, Amazon Pay, Alipay, Airbnb, TripAdvisor, Booking.com e altri player si analizzerà l’evoluzione in atto. Il canale di vendita diretto giocherà un ruolo sempre più centrale: l’ultimo rapporto di Phocuswright sul mercato italiano stima che sia pari al 29% di fatturato sul sito proprietario e al 21% su quello degli intermediari (Ota). Ciò richiede non solo di avere un sito che possa convertire il traffico in prenotazioni, ma che possa fornire un’esperienza d’uso facile e intuitiva. Ecco perché occorrono competenze più specifiche per migliorare costantemente l’usabilità di un sito, per intercettare la domanda nei canali giusti, per saper trasmettere la propria proposta con gli strumenti adatti: immagini, video, post, Dem. Informazioni aggiuntive Creato datrivelli Modificato datrivelli Stato di Workflow Articolo/DaApprovare In uso da riccioni
Il mondo del Food&Wine sta attraversando grandi evoluzioni legate anche alla tecnologia e al digitale. Uno scenario che sarà approfondimento a BTO11. La crescita vertiginosa del food delivery è un esempio lampante; se ne parlerà con Matteo Sarzana, General Manager di Deliveroo, David Marchiori, chef dell’Osteria Plip, e Giuseppe Castronovo, fondatore dell’app StreetEat, per passare poi ai nuovi modelli di business come i ghost restaurant (senza tavoli) e alle prenotazioni online dei ristoranti.
Spazio, poi, al focus dedicato ad alcune tra le più innovative strategie di turismo enogastronomico abbinate a un uso avanzato della tecnologia da parte delle destinazioni e delle loro filiere. Ne parleranno i responsabili di Australia Turismo, Ufficio nazionale israeliano del turismo e dell’Heineken Experience di Amsterdam. Ma affrontare il tema del food and wine tourism significa anche approfondire il tema della tracciabilità delle materie prime e il suo legame con il territorio impiegando sistemi innovativi con le blockchain. E’ il caso di pOsti, prima startup innovativa in ambito ristorazione ideata dallo chef Antonello Colonna. La sua ricetta è stata la prima al mondo tracciata e certificata: le informazioni su storia del piatto, materie prime e preparazione sono rese fruibili al consumatore attraverso una notifica sul proprio smartphone.
Di neuroscienze applicate al cibo si discuterà con uno dei ‘guest’ di BTO11, Charles Spence, che nel suo keynote parla di Gastrofisica: ?Qual è l’effetto di servire cibo su piatti piccoli o rossi o circolari? Perché consumiamo il 35% in più di cibo quando mangiamo con un’altra persona e il 75% in più quando ne abbiamo tre??. Gastrofisica è il nuovo campo di conoscenza che combina discipline come la scienza, la neuroscienza, la psicologia e il design. Rivela come le aziende alimentari stiano creano tecnologie all’avanguardia, e come questo possa trasformare il modo in cui mangeremo in futuro. Infine, i nuovi sistemi di prenotazione online dei ristoranti come the Fork e Quandoo. Informazioni aggiuntive Creato datrivelli Modificato dariccioni Stato di Workflow Articolo/Pubblicata In uso da Nessuno
Infine, a BTO11 saranno presenti destinazioni, regioni e città che racconteranno come siano riuscite a valorizzare i propri territori con best practice, idee digital innovative o eventi di rilevanza mondiale. A parlare il Lago di Costanza, l’isola di Creta, Trenitalia, Milano, Bologna e tanti altri. Saranno presenti anche Matera, Capitale europea della Cultura 2019 e le Regioni: Friuli Venezia Giulia, sempre attenta ai social con il blog www.fvglivexperience.it; Trentino e Puglia, con il progetto sul food insieme a Expedia. BTO11 sarà anche l’occasione per tracciare un bilancio di ‘Ecosistemi Digitali’, il percorso iniziato nel 2016, promosso dal Mipaaft, Mise, le Regioni italiane e le Province autonome di Trento e Bolzano, sviluppato insieme a Regione Toscana, Toscana Promozione Turistica ed Enit per la definizione e nell’avviamento del Piano strategico di sviluppo del turismo 2017-2022. L’appuntamento rappresenta un’occasione per individuare le 5 priorità del turismo digitale del paese, condividere strategie e progetti in ambito digitale, da restituire a chi avrà la responsabilità a livello di governo centrale di progettare e implementare iniziative a sostegno dell’innovazione nel turismo per la Destinazione Italia.