giovedì 29 Febbraio 2024
10.1 C
Catania

Amministrative: Sudano, “uniti per tutelare l’unità del centrodestra”

correlati

“Catania Vale, non è solo un claim da campagna elettorale, ma la ferrea convinzione che la nostra città sia un bene che dobbiamo custodire, difendere, ricostruire, valorizzare".

La deputata nazionale della Lega, Valeria Sudano, non sarà candidata a sindaco di Catania, dove il FdI ha annunciato la discesa in campo di Enrico Trantino e dove il centrodestra si avvia a ricompattarsi. “Dal Ponte sullo Stretto ai miliardi per le nuove ferrovie ad alta capacità e velocità – si legge in una nota del partito – per la Sicilia, la Lega è impegnata al governo con azioni concrete, senza dimenticare gli interventi del passato per salvare il bilancio della splendida Catania, garantendo servizi ai cittadini”.

“A Catania – si sottolinea dalla Lega – possiamo contare su un volto di valore come quello di Valeria Sudano, che merita ringraziamenti sinceri per la determinazione e la generosità con cui si è resa disponibile alla candidatura e per come, ora, da donna di squadra non si è sottratta a garantire l’unità del centrodestra per favorirne la vittoria”.

“Catania Vale, non è solo un claim da campagna elettorale, ma la ferrea convinzione che la nostra città sia un bene che dobbiamo custodire, difendere, ricostruire, valorizzare. Lavorando a soluzioni concrete per problemi che vanno affrontati adesso, senza andare indietro a suggestioni estreme o velleitarie, governando con la fermezza delle scelte e la moderazione dei toni.” Lo afferma Valeria Sudano, parlamentare della Lega, che ha ritirato la propria candidatura a sindaco di Catania.

“È con questo spirito e con la consapevolezza di poter dare tutta me stessa, per essere all’altezza di questo compito, che raccogliendo l’invito del mio segretario nazionale, ho messo la mia candidatura a disposizione della coalizione e della mia comunità, venendo letteralmente travolta da un entusiasmo, da una passione, da una voglia di fare e di essere al mio fianco che mi hanno emozionato. Soprattutto, mi hanno ulteriormente responsabilizzato rispetto all’entità – enorme – della sfida: rifare Catania”.

“Un obiettivo per la cui realizzazione sono necessarie l’unità della coalizione di centrodestra – l’unica che può garantire un governo credibile e all’altezza del compito – e la continuità di azione con il governo nazionale e regionale, perché la situazione di difficoltà economica in cui si trova Catania può essere risolta solo con una interlocuzione continua e costante con Roma e con Palermo”.

“Ecco perché quello che faccio non è un passo indietro, né di lato: oggi, tutti insieme, facciamo due passi avanti nel tutelare l’unità del centrodestra, come strumento per proteggere Catania e riportarla verso un percorso di crescita. Un obiettivo, quest’ultimo, che è sempre stato il primo e unico interesse della Lega e della sua classe dirigente, attorno alla quale, in queste settimane, una moltitudine di cittadini si è aggregata con grande entusiasmo e partecipazione”.

L’obiettivo, adesso –  aggiunge Annalisa Tardino commissario della Lega Sicilia per Salvini Premier – , è vincere e confermare un centrodestra siciliano coeso e forte, capace di dare risposte alla gente. Ringrazio Valeria Sudano per l’impegno e l’amore mostrati per la sua città, per la quale avrebbe rinunciato ad un seggio a Roma, ma sono certa che proseguirà la sua operosa attività per tutti i siciliani che rappresenta. Da oggi comincia un percorso che ci vedrà impegnati a chiedere il consenso in una città desiderosa di una guida operativa ed unitaria, per risolverne i problemi. Noi ci siamo, con i nostri candidati e la nostra classe dirigente, a supporto del candidato unitario della coalizione e per tutte le altre intese da siglare, con la nostra capacità di affrontare con serietà e buonsenso le sfide future”.

Latest Posts

Ultim'ora