giovedì 23 Maggio 2024
21.7 C
Catania

Catania: in arrivo 240 nuovi parcometri

correlati

I nuovi strumenti di ultima generazione saranno coordinati con tutte le altre misure dello “Smart Park” per agevolare sia gli utenti che il personale AMTS

Entra nel vivo il progetto “Smart Park”, che prevede l’impiego di una somma complessiva di 3,6 milioni, finanziato con fondi PON Metro, il cui andamento è costantemente monitorato dal sindaco Enrico Trantino e dall’assessore Sergio Parisi che regge l’assessorato Politiche Comunitarie del Comune di Catania, promotore dell’iniziativa.

I primi 50 nuovi parcometri sono già stati consegnati nel capoluogo etneo e il personale AMTS, soggetto attuatore del progetto, li sta prontamente installando. Sono i nuovi parcometri “intelligenti” dedicati alla sosta sulle strisce blu. Si tratta di un totale di 240 nuovi strumenti già acquistati, tutti di ultima generazione, con display dotato di funzione touch screen. Già ieri mattina, infatti, l’Azienda Metropolitana Trasporti e Sosta SpA ha provveduto a installare i primi tre in alcune vie del centro di Catania (largo Podgora, via Vittorio Emanuele Orlando e via Napoli) e sta procedendo speditamente a installare tutti gli altri, partendo proprio dal centro, approfittando della poca affluenza di traffico di questi giorni. Man mano, poi, si installeranno tutti gli altri anche nelle zone più esterne della città. Gli altri lotti saranno pronti tra la fine di agosto e i primi di settembre e per l’inizio di ottobre sarà conclusa tutta l’installazione.

Aspetto fondamentale, i nuovi parcometri saranno coordinati con tutte le altre misure del progetto “Smart Park”: dalle telecamere installate per il monitoraggio della sosta ai varchi situati all’ingresso delle Aree Pedonali e Ztl, allo Street Control, con il doppio scopo, da un lato, di fornire informazioni utili agli utenti in tempo reale sulla disponibilità dei parcheggi e, dall’altro, di consentire all’AMTS di rendere un servizio ancora più efficiente in tema di sosta in città.

Tante, poi, le novità dal punto di vista tecnico rispetto ai vecchi parcometri, che vanno in pensione, prima fra tutte la possibilità di pagare con bancomat, dunque senza la necessità di avere contanti, appoggiando semplicemente la carta al display. Basterà inserire la targa del veicolo, scegliere tra le tariffe previste in base alle zone, tra la tariffa base minima di 40 centesimi di euro per 27 minuti, tra la mezza giornata di mattina o di pomeriggio, l’intera giornata o la tariffa notturna, così come già preventivato dal Consiglio Comunale. Naturalmente, è possibile utilizzare ancora le monete per il pagamento. I nuovi parcometri sono programmati, inoltre, per poter interagire con l’utente in otto lingue diverse, agevolando così l’utilizzo anche ai turisti.

Prosegue, quindi, con grande velocità la spesa e l’implementazione di tutti i progetti comunitari in tema di mobilità, grazie alla convenzione tra il Comune di Catania e AMTS, che ha individuato quest’ultima come soggetto attuatore delle misure.

Latest Posts

Ultim'ora