giovedì 23 Maggio 2024
21.7 C
Catania

Contrasto all’occupazione abusiva del suolo pubblico

correlati

I Carabinieri del Comando Provinciale di Catania, con la collaborazione della Polizia Locale ed il supporto operativo della “Compagnia d’ Intervento Operativo – C.I.O.” del 12° Reggimento Carabinieri “Sicilia”, hanno avviato da qualche mese una importante attività di controllo e contrasto al fenomeno dell’occupazione abusiva del suolo pubblico, posta in essere da proprietari di pub, ristoranti, trattorie, pizzerie e rivenditori ambulanti di alimenti (tra cui i food truck), nell’ottica di preservare il decoro urbano e di garantire la piena fruibilità degli spazi pubblici, a vantaggio anche della viabilità pedonale di residenti e turisti.

Le verifiche si stanno svolgendo nelle zone del centro storico, dove si concentra la movida serale, sul litorale catanese e nella area attigua alla Stazione Centrale ferroviaria, obiettivo certamente sensibile.

Nello specifico, 56 sono le sanzioni amministrative complessivamente comminate dai Carabinieri finora. In 3 casi, però, si trattava di un’occupazione illecita già sanzionata nel recente passato. Infatti, nonostante questi tre esercizi commerciali fossero stati multati nei mesi scorsi, noncuranti delle contravvenzioni da pagare e delle possibili conseguenze per la loro attività, i relativi esercenti hanno continuato ad invadere indebitamente i marciapiedi e le sedi stradali della città.

Pertanto, su richiesta dell’Arma catanese, per tali casi di recidiva e sulla scorta di quanto previsto sia dal Codice della Strada circa l’occupazione illecita del suolo stradale e sia da un’ordinanza sindacale del 2022 che impone l’immediato ripristino dei luoghi contro chi occupa il suolo pubblico ai fini di commercio senza la prevista autorizzazione, sono stati emessi dalla Direzione Sviluppo Attività Produttive – S.U.A.P. – Ufficio Tutela del Consumatore del Comune di Catania, tre “Ordini di sospensione attività – Ripristino stato dei luoghi e Confisca merci”.

In particolare, il provvedimento dirigenziale è stato notificato a 2 “paninari” di Piazza Giovanni XXIII, che in due distinte occasioni sono stati colti ad occupare abusivamente con tavoli e sedie il suolo pubblico antistante al loro furgone, senza avere nessuna concessione, ed un altro al titolare di un ristorante etnico di via Gemmellaro, anch’egli contravvenzionato in ben due circostanze per lo stesso motivo.

Per i 3 esercizi, è stata quindi prevista la sospensione temporanea dell’attività, per un periodo rispettivamente di 15 e 20 giorni per i food truck e di 5 giorni per il ristorante, con la conseguente rimozione di quanto collocato sulla sede stradale e il ripristino dello stato dei luoghi. A garanzia dell’osservanza della richiamata normativa, la riapertura delle attività commerciali sarà inoltre subordinata al pieno adempimento dell’ordine ed al pagamento delle spese e sanzioni.

La campagna intrapresa dall’Arma di Catania è tutt’ora in corso, infatti altre segnalazioni di casi di recidiva nelle violazioni sono state già inoltrate al Comune di Catania che, verosimilmente, si tradurranno in nuove ordinanze di chiusura temporanea.

I controlli, che proseguiranno oltre nelle citate aree anche in ulteriori zone del centro e di maggior afflusso turistico, si rendono necessari per restituire a cittadini e turisti la piena fruibilità degli spazi pubblici, in una cornice di decoro urbano e piena legalità.

Latest Posts

Ultim'ora