venerdì 24 Maggio 2024
26 C
Catania

E’ tempo di bilanci per i carabinieri, identificate oltre 180mila persone

correlati

diffusione della “Cultura della Legalità”, soprattutto tra i più giovani

“Un saluto speciale ai rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri, che ringrazio per la vostra vicinanza quotidiana alla popolazione. La Virgo Fidelis che è vostra patrona protegga voi e le vostre famiglie”. Lo ha detto Papa Francesco oggi all’Angelus in occasione del 209° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri.

Anche a Catania è tempo di bilanci per il comando provinciale dei carabinieri, guidati dal Colonnello Rino Coppola. Nei prossimi giorni alla presenza delle Autorità civili, giudiziarie, militari e religiose, si celebra il 209° anniversario della fondazione dell’Arma dei Carabinieri, dove saranno illustrati i risultati di un intensa attività al servizio della cittadinanza e turisti che giornalmente apprezzano la bellezza di Catania e di tutta la sua provincia.

Col. Rino Coppola

Il Comando Provinciale, con una capillare presenza sul territorio, conta nove Compagnie, due Tenenze, 61 Stazioni e con un efficace “sinergia operativa” con i reparti speciali del R.O.S., del Nucleo Antisofisticazione e Sanità, Nucleo Operativo Ecologico, Nucleo Ispettorato del Lavoro, lo Squadrone dei Cacciatori di Sicilia, i Carabinieri Forestali del Centro Anticrimine Natura e del Nucleo CITES.

Sul territorio, oltre 53mila pattuglie e perlustrazioni e circa settemila servizi di ordine pubblico, dove sono state identificate oltre 180mila persone. Facendo fronte alle oltre 49mila chiamate giunte al 112 N.U.E.

I Carabinieri di Catania, in perfetta sinergia con l’Autorità Giudiziaria, hanno denunciato in stato di libertà 9.500 persone e tratto in arresto 3mila soggetti. Circa 30mila sono state infine le denunce presentate presso i presidi dell’Arma, corrispondenti al 77% di quelle complessivamente presentate alle Forze di Polizia della Provincia.  La lotta ai fenomeni connessi agli stupefacenti, ai reati predatori e contro la persona, nonché a quelli relativi all’indebita percezione del “Reddito di Cittadinanza”. Questo ha permesso di assicurare alla giustizia, ben 553 persone, di cui 69 su delega dell’Autorità Giudiziaria all’esito di indagini e 135 denunce in stato di libertà.

I carabinieri del Comando Provinciale Carabinieri di Catania hanno avviato anche delle indagini mirate, al fine di prevenire e contrastare anche i furti di autovetture o parti di esse, al fine di colpire il fiorente mercato nero dei ricambi d’auto ricettati. Parallelamente quindi alla campagna di controlli ad autoricambisti ed autodemolitori.

In tema di lotta alla criminalità organizzata, le continue indagini poste in essere dal Comando Provinciale di Catania, hanno permesso di colpire trasversalmente la quasi totalità dei “clan” tuttora attivi nell’area catanese e di raccogliere “tasselli” preziosi per la comprensione delle attuali dinamiche malavitose. Le indagini hanno permesso di colpire al cuore i clan, dove sono stati individuarti i patrimoni reali e occulti dei sodali, sono stati eseguiti diversi provvedimenti di sequestro beni, andando a colpire, in particolare, la famiglia “Santapaola-Ercolano”, nelle varie articolazioni territoriali della Provincia, per un ammontare complessivo di circa 18 Milioni di euro.

I carabinieri, hanno organizzato anche una serie di iniziative volte al rafforzamento ed alla diffusione della “Cultura della Legalità”, soprattutto tra i più giovani.

Latest Posts

Ultim'ora