giovedì 23 Maggio 2024
25.3 C
Catania

I Carabinieri spiegano la cultura della legalità nelle scuole della provincia di Catania

correlati

Nel corso dell’anno scolastico in corso, oltre 20 istituti scolastici della provincia di Catania hanno aperto le porte ai Carabinieri, sposando il progetto promosso in campo nazionale dall’Arma, teso a valorizzare nei giovani la formazione della “Cultura della Legalità” e il rispetto delle regole di civile convivenza, attraverso conferenze nelle scuole e visite degli studenti nelle caserme.

Nell’occasione degli incontri, i militari dell’Arma sono saliti in cattedra ed hanno quindi illustrato a circa 2.000 giovani catanesi delle scuole medie e superiori, tematiche attuali e di estremo interesse per i ragazzi. Non solo quindi droga, alcool, incidenti stradali e bullismo, ma anche educazione alla legalità ambientale, uso consapevole dei social network, stalking e violenza di genere, con un particolare approfondimento sui pericoli derivanti dal fenomeno del “revenge porn”.

Gli studenti si sono mostrati entusiasti ed interessati, partecipando attivamente ai dibattiti che ne sono conseguiti e ponendo molte domande ai Carabinieri. Tra i quesiti più gettonati, quelli riguardanti i pericoli nella navigazione sulle piattaforme social, l’adescamento nel web, le sanzioni connesse alla guida in stato d’ebbrezza e le truffe on-line, a cui i militari hanno risposto presentando casi concreti ed esperienze personali.

In alcuni istituti scolastici, sono state poi allestite delle mostre statiche di mezzi, materiali ed equipaggiamenti dell’Arma, durante le quali i militari hanno illustrato le complesse apparecchiature utilizzate dai Carabinieri per svolgere i loro compiti, come quelle riguardanti la Sezione Investigazioni Scientifiche e il Nucleo Artificieri. In quelle occasioni, è stato quindi possibile salire anche a bordo di un’autoradio in dotazione al Nucleo Radiomobile, approntata ed esposta per l’esigenza, con la spiegazione del funzionamento della strumentazione di bordo.

In altre conferenze, i militari si sono presentati alle scuole insieme ai colleghi dei comparti di specialità, come ad esempio i Carabinieri del Ruolo Forestale, impegnati quotidianamente nel perseguimento dei reati ambientali e nell’azione di salvaguardia del patrimonio forestale e boschivo presente sul nostro territorio, quelli del Nucleo Antisofisticazione, che sorvegliano la salute dei cittadini nei diversi ambiti della catena di produzione e i colleghi a quattro zampe del Nucleo Cinofili di Nicolosi, che supportano gli operatori nelle attività antidroga, antiesplosivo e di ordine pubblico.

Tutti gli incontri sono stati molto apprezzati dai ragazzi, dagli insegnanti e dai dirigenti scolastici, che hanno gradito in particolar modo il fatto che ai ragazzi si sia parlato non solo di diritti, ma anche di doveri, insegnando loro che nella vita, se vogliono essere rispettati, devono imparare a rispettare gli altri, e che l’osservanza delle regole va considerata come un’opportunità per crescere insieme, non come un limite al proprio essere. Ritenuti estremamente utili sono stati poi i consigli su come difendersi nel mondo on line e sull’importanza di trovare il coraggio di denunciare qualsiasi illecito e forma di prevaricazione di cui siano vittime o a cui abbiano semplicemente assistito.

Durante le varie conferenze, agli alunni presenti sono state inoltre illustrate tutte le opportunità di carriera offerte dall’Arma dei Carabinieri, accolte con entusiasmo soprattutto dai giovani con l’ambizione di vestire l’uniforme dell’Arma, che hanno fatto domande su requisiti di partecipazione, procedure di arruolamento e preparazione ai concorsi. In particolare, un Ufficiale del Comando Compagnia di Catania Piazza Dante, nel corso di incontri dedicati presso le quinte classi degli Istituti Tecnici Industriali e Commerciali di Catania ad indirizzo informatico, ha rivolto il proprio intervento sulle modalità di reclutamento dell’Arma dei Carabinieri, che sta incentivando l’arruolamento di giovani in possesso di una preparazione professionale funzionale all’innovazione tecnologica e di sviluppo delle branche della “Digital Forensics” e della “Digital Investigation”.  Nel corso dell’iniziativa, è stato quindi mostrato ai ragazzi un apposito video tutorial, che oltre a spiegare l’inquadramento generale dell’Arma dei Carabinieri, ha evidenziato i compiti istituzionali nella dimensione digitale, fornendo utili informazioni sui Bandi di concorso attualmente in atto, tra cui quello riguardante l’arruolamento di Allievi Marescialli (13° corso Triennale) nell’Arma dei Carabinieri, per cui è possibile presentare domanda entro il 11 marzo 2023, tutto consultabile sul sito www.carabinieri.it.

Latest Posts

Ultim'ora