sabato 22 Giugno 2024
27.8 C
Catania

L’officina delle idee, Competenza in materia di Cittadinanza

correlati

Modulo “Il cerchio dei colori” è il nome del Progetto Pon che ha visto impegnati i bambini e le bambine della prime A e B dell’Istituto Comprensivo “G.Marconi” di Ragalna, un’occasione per prendere coscienza del loro “essere cittadini” attraverso attività sviluppate con e sul territorio. Il momento clou mercoledì pomeriggio quando in piazza Rocca, al centro del paese, i più piccoli si sono ‘cimentati’ nell’arte della pittura delle panchine della bambinopoli. Gli alunni hanno anche pubblicizzato le loro esigenze attraverso eventi, interviste, lettera al Sindaco e realizzando una cartellonistica da sistemare nei vari punti del parco, nella speranza che il loro esempio possa diventare un “monito” per gli adulti che non sempre si rendono conto che la città è un “bene comune”!

Si è trattato di un percorso che si propone l’educazione civica sul “campo” in cui i bimbi hanno potuto imparare dall’osservazione e dallo scambio diretto, e apprezzarne i luoghi in cui si vive, impreziosirli con le relazioni quotidiane ed soprattutto averne cura. L’obiettivo è stato quello di promuovere la conoscenza del territorio e di tutte le sue componenti, educando i più piccoli assieme alle loro famiglie a compiere quei piccoli gesti di vita quotidiana che aiutano a tutelare l’ambiente e la vivibilità di un paese perché è solo dopo aver instaurato un legame affettivo con il proprio territorio ed acquisito consapevolezza della rete di relazioni esistenti, che bambine e bambini potranno elaborare proposte per la creazione di una città sostenibile da un punto di vista ambientale, urbanistico, sociale e culturale.

“Il progetto Pon il ‘cerchio dei colori’ – hanno spiegato le insegnati Giusi Rizzotti (docente esperto) e Cettina Peci (docente tutor) – che abbiamo amato e in cui abbiamo creduto sin dall’inizio, perché innanzi tutto ha permesso ai bambini di uscire fuori dall’aula e di acquisire profonda consapevolezza di essere cittadini attraverso attività che sono state fatte sul territorio. I bimbi hanno scelto un luogo simbolo di Ragalna, piazza Rocca e la bambinopoli che hanno impreziosito questo luogo dipingendo delle panchine he loro avevano definito un po’ tristi” .

Nel corso del progetto è stata applicata la pedagogia del Service Learning che unisce il Service (la cittadinanza, le azioni solidali e il volontariato per la comunità) e il Learning (l’acquisizione di competenze professionali, metodologiche, sociali e soprattutto didattiche), affinché gli allievi possano sviluppare le proprie conoscenze e competenze attraverso un servizio solidale alla comunità. Il Service Learning favorisce lo sviluppo di comportamenti pro-sociali quali l’aiuto, il servizio, la condivisione, l’empatia, il prendersi cura dell’altro, la solidarietà. I bambini sono così i protagonisti “attivi” in tutte le fasi del progetto.

Latest Posts

Ultim'ora