domenica 19 Maggio 2024
22.1 C
Catania

Oggi in tutta Italia la prima “Giornata della ristorazione”

correlati

Oltre 5mila, tra ristoranti, trattorie, osterie e pizzerie, in tutta Italia, e 500 locali italiani all’estero hanno aderito alla prima edizione della “Giornata della ristorazione”, iniziativa solidale – che ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica per il suo alto valore – promossa dalla Federazione italiana pubblici esercizi aderenti a Confcommercio, con il patrocinio dei ministeri delle Imprese e del Made in Italy, degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste e del Turismo.

La manifestazione nazionale, a cui ha subito aderito anche la città di Catania, è stata lanciata per accendere la luce su un settore, spesso sottovalutato, ma che, con 43 miliardi di valore aggiunto e 1,2 milioni di occupati, è del tutto centrale per filiere strategiche nell’economia del nostro Paese, come quella agroalimentare e turistica. La ristorazione, inoltre, è punto di espressione e sviluppo di valori che caratterizzano la cultura italiana, come convivialità, socialità e ospitalità.

Protagonista indiscusso di questa edizione, non a caso, è stato il pane, elemento centrale nella quotidianità della gastronomia italiana e simbolo, tanto semplice quanto potente, proprio di quei valori. Rappresenta la forza popolare della cucina del nostro Paese, che ha espresso ed esprime professionalità e prodotti insuperabili nel mondo, ma non dimentica gli ultimi. Oggi, infatti, per tutta la giornata, ogni ristoratore aderente all’iniziativa creerà un piatto, con il pane tra gli ingredienti, attraverso il quale renderà la propria interpretazione del tema dell’ospitalità. Ordinando quella pietanza, anche il cliente farà la sua parte perché, per ogni piatto a tema venduto, la federazione dei pubblici esercizi effettuerà una donazione in denaro in favore di Caritas italiana.

Ma non solo. «Con questo evento – ha detto, questa mattina in conferenza stampa, il presidente di Fipe Confcommercio Catania, Dario Pistorio – abbiamo anche colto l’occasione per effettuare, come Fipe, come Confcommercio Catania e come Expò Mediterraneo, un’ulteriore donazione di 1.500 euro di generi alimentari che consegneremo direttamente alla Caritas diocesana di Catania, La giornata di oggi diventerà per noi un appuntamento fisso, ogni anno, in coincidenza dell’ultimo venerdì di aprile. Una vera e propria festa nazionale».

Alla conferenza stampa, a cui hanno partecipato diversi operatori del settore, ha preso parte anche il presidente dell’associazione provinciale Cuochi e Pasticcieri etnei, Angelo Scuderi: «È nel nostro Dna –  ha sottolineato – aiutare il prossimo, perché crediamo nel valore della solidarietà. Per questo motivo saremo al fianco di Fipe Confcommercio Catania anche il prossimo 7 maggio, in occasione dell’iniziativa “Donne D’Angelo”, una cena di beneficenza che si terrà a Villa Di Bella, a Viagrande, il cui ricavato andrà all’Andos, associazione nazionale donne operate al seno».

Un messaggio di ringraziamento è arrivato, infine, da Don Piero Galvano, direttore della Caritas di Catania: «Grazie alla Fipe di Catania per questa generosa donazione di alimenti destinata alla nostra mensa dell’Help Center, che quotidianamente effettua circa 700 interventi alimentari per fratelli e sorelle afflitti da diverse fragilità. Crediamo che questo gesto possa costituire un’ulteriore e preziosa testimonianza in una città che da sempre si è contraddistinta per la sua forte vocazione alla solidarietà».

L’appuntamento di oggi è stato anche l’occasione per condividere e sottoscrivere, da parte di quanti hanno aderito, il Manifesto della ristorazione italiana, volto a promuovere i grandi valori del settore in termini di sostenibilità, innovazione, legalità e reputazione.

Latest Posts

Ultim'ora