mercoledì 19 Giugno 2024
31.7 C
Catania

Week end di controlli della Polizia

correlati

I dispositivi sono stati realizzati nell’area di piazza Vincenzo Bellini e zone limitrofe

Anche nel fine settimana appena trascorso, come ogni week end, le forze di polizia hanno eseguito specifici servizi di presidio e controllo delle zone del centro storico cittadino, in attuazione delle direttive del Ministro dell’Interno e secondo quanto concordato in sede di Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tra il Prefetto di Catania ed i vertici provinciali delle Forze di polizia.

Con ordinanza del Questore di Catania, sono stati predisposti mirati servizi interforze di vigilanza e di ordine pubblico al fine di poter assicurare la dovuta tutela ai frequentatori delle vie e piazze della zona della “movida”, ai clienti dei locali, ai residenti ed ai titolari delle numerose attività commerciali invase da parecchi frequentatori soprattutto nel fine settimana.

I dispositivi sono stati realizzati nell’area di piazza Vincenzo Bellini e zone limitrofe da agenti della Questura di Catania, da militari della Guardia di Finanza e da pattuglie della Polizia Locale, con il supporto operativo di operatori della Polizia Scientifica , coordinati da un Ufficiale di P.S. della Polizia di Stato, mentre in piazza Federico di Svevia e nelle zone circostanti hanno operato equipaggi dei Carabinieri e della Polizia Locale.

In entrambe le zone, gli operatori hanno effettuato un’attenta attività di osservazione sulle persone in transito o in stazionamento all’interno delle aree pedonali, al fine di prevenire comportamenti eccessivi, di disturbo e comunque improntati all’illegalità. Nel corso dei servizi, inoltre, è stata eseguita una accurata perlustrazione delle piazze e delle vie circostanti, alternata alla realizzazione di diversi posti di controllo.

Nella zona circostante piazza Bellini, gli equipaggi della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza sono stati dislocati in modo da evitare l’accesso alla zona pedonale dalle strade laterali, soprattutto di motocicli, ma anche per vigilare sulle condotte degli avventori, al fine di prevenire e contrastare fenomeni di illegalità diffusa, come lo spaccio di stupefacenti o l’abuso di alcolici tra i giovani. Inoltre, particolare attenzione è stata rivolta alla via San Giuliano, da dove ci si immette nella piazza Vincenzo Bellini, ove la presenza costante di personale della Polizia Stradale e della Polizia Locale ha impedito il frequente fenomeno della sosta selvaggia e in duplice fila, favorendo così il regolare transito veicolare nella zona, ed effettuando specifici controlli alle auto in transito.

Durante tali servizi, sono state identificate 118 persone di cui 31 con precedenti penali, sono stati controllati 56 veicoli e contestate 11 infrazioni al codice della strada soprattutto per sosta vietata, con l ausilio della Polizia Locale. Gli agenti della Polizia di Stato, nel corso della serata hanno altresi sanzionato un parcheggiatore abusivo di anni di 39 anni che in via Dusmet veniva trovato ad esercitare l’attività di parcheggiatore.. Per tale ragione è stato sanzionato per la specifica violazione e denunciato per la violazione del DACUR a cui era stato già sottoposto e che prevedeva proprio il divieto di accedere alla zona in cui invece è stato sorpreso.

 Inoltre durante un controllo ad una autovettura il conducente del ‘92, sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di gr.1 di sostanza stupefacente tipo marijuana, contenuta all’ interno di un borsello. Per tale ragione il giovane è stato segnalato alla Prefettura ex art. 75 del DPR 309/90 e gli è stata ritirata la patente di guida per i successivi adempimenti amministrativi.

Nell’area del quartiere San Cristoforo, Castello Ursino, Piazza Federico di Svevia, Via Vittorio Emanuele, si è concentrata  l’azione dei militari dei Carabinieri, con l’impiego di 3 pattuglie, impegnati in un’azione di prevenzione e contrasto ai fenomeni di criminalità diffusa, tra cui lo smercio e la diffusione di droga tra i giovani e i reati predatori, nonché la guida in stato d’ebbrezza e quelle condotte irrispettose del decoro urbano, come la sosta selvaggia nei pressi dei siti storici o in quelli di maggiore aggregazione;

Nello specifico sono state controllate persone/mezzi controllati: 33 persone, tra fruitori della movida/utenti della strada e 17 veicoli, inoltre sono state contestate 14 infrazioni al Codice della Strada, comminando sanzioni per un importo complessivo di euro 810.00 soprattutto per divieto di sosta e sosta sulle strisce pedonali, nei confronti di automobilisti che avevano parcheggiato irregolarmente la propria auto davanti al Castello Ursino, impedendo in tal modo il fenomeno della “sosta selvaggia” in quelle aree, a favore del decoro urbano e della fruibilità degli spazi comuni da parte di cittadini e turisti.

Sono stati inoltre effettuati 5 controlli volti a prevenire la guida sotto l’effetto di alcool, con l’utilizzo dell’etilometro, con esito negativo, e sono state effettuate 5 perquisizioni personali tra giovani per la ricerca si stupefacenti con  esito regolare.

A margine del servizio, in tarda nottata, giungeva al 112 una segnalazione da parte di un cittadino di una rissa in Viale della Libertà che coinvolgeva numerose persone, verosimilmente extracomunitarie. La Centrale Operativa del Comando Provinciale ha fatto convergere sul posto più “gazzelle” del Nucleo Radiomobile e pattuglie delle Compagnie Carabinieri di Piazza Dante e Fontanarossa, richiedendo altresì il concorso di una “volante” della Polizia di Stato. Al tempestivo arrivo delle FF.OO. i soggetti si disperdevano repentinamente.

Latest Posts

Ultim'ora