lunedì 26 Febbraio 2024
9.2 C
Catania

Atti persecutori nei confronti dell’ex moglie, arrestato

correlati

l’uomo ha telefonato all’ex moglie minacciandola e si è, inoltre, allontanato dal suo domicilio, evadendo dagli arresti domiciliari, per incuterle timore

Su disposizione della Procura Distrettuale della Repubblica, la Polizia di Stato di Catania ha dato esecuzione a un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare nei confronti di un pregiudicato di 42 anni, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Il provvedimento è stato adottato dal G.I.P. del Tribunale di Catania, su richiesta della Procura Distrettuale, in seguito alle violazioni delle prescrizioni che gli erano state imposte.

L’uomo, infatti, qualche mese fa era stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Adrano per il reato di atti persecutori nei confronti dell’ex moglie. In seguito, era stato scarcerato e sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari con applicazione del “braccialetto elettronico”.

Qualche giorno fa, però, l’uomo ha telefonato all’ex moglie minacciandola e si è, inoltre, allontanato dal suo domicilio, evadendo dagli arresti domiciliari, per incuterle timore.

La Procura della Repubblica, sulla base della segnalazione dei poliziotti del Commissariato di Acireale, ha, dunque, avanzato richiesta di aggravamento della misura cautelare in atto, dimostratasi insufficiente a garantire le esigenze cautelari.

Sulla base degli elementi raccolti, il G.I.P. del Tribunale di Catania ha accolto la richiesta formulata dalla Procura e ha disposto che il 42enne venisse sottoposto a custodia cautelare in carcere.

Al termine degli adempimenti di rito, l’uomo è stato accompagnato dagli agenti presso la Casa Circondariale di Piazza Lanza a Catania.

Latest Posts

Ultim'ora