domenica 25 Febbraio 2024
13.5 C
Catania

Schifani con il ministro Urso alla 3Sun di Catania

correlati

"Il mio auspicio e' che gran parte dell'energia che verra' prodotta in Sicilia da fonti rinnovabili resti a disposizione della nostra Isola"

“Il mio auspicio e’ che gran parte dell’energia che verra’ prodotta in Sicilia da fonti rinnovabili resti a disposizione della nostra Isola”. Lo ha detto il presidente della regione Siciliana, Renato Schifani, questa mattina in occasione della visita alle linee produttive della 3Sun, la fabbrica di pannelli fotovoltaici di ultima generazione alla zona industriale di Catania, assieme al ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso, e all’Amministratore delegato di Enel, Flavio Cattaneo. Presenti anche gli assessori regionali alle Attivita’ produttive, Edy Tamajo, e all’Ambiente, Elena Pagana; il sindaco Enrico Trantino, il prefetto Maria Carmela Librizzi e altre autorita’ politiche e istituzionali.

“Questa – ha aggiunto il governatore – e’ sin dall’inizio del mio mandato la battaglia che ho voluto portare avanti, anche quando abbiamo ‘minacciato’ di bloccare il rilascio delle autorizzazioni per il fotovoltaico se il governo nazionale non fosse intervenuto per il riconoscimento delle royalties alla regione. Una battaglia che ha trovato un primo accoglimento gia’ nel recente decreto Energia. Questa e’ una prima vittoria. Inoltre, con lo stesso provvedimento ci e’ stata data la possibilita’ di procedere con maggior celerita’ nella realizzazione di due termovalorizzatori nell’Isola. Una norma senza precedenti che consentira’ alla Sicilia di risparmiare migliaia di euro perche’ non dovremo piu’ spedire tonnellate di rifiuti all’estero per lo smaltimento”, ha concluso il governatore.

Il presidente Schifani ha fatto il punto anche sul depuratore che serve l’area industriale di Priolo, nel Siracusano, ricordando di aver ricevuto da poco il decreto di nomina a commissario: “Ho subito indicato un subcommissario che seguira’ la vicenda da vicino, a breve mi rechero’ personalmente a Siracusa per insediare il tavolo tecnico e chiedero’ a chi ne fara’ parte la massima professionalita’ e il massimo impegno. Faremo innanzitutto dei tiraggi per verificare l’entita’ dei lavori di riparazione a cui seguiranno le necessarie valutazioni. Sappiamo che alcune aziende hanno deciso di procedere in proprio, ma saremo sensibili a tutte le richieste delle imprese che volessero continuare ad allacciarsi all’impianto”, ha concluso Schifani.

“Questo stabilimento per la produzione di pannelli fotovoltaici – ha detto Tamajo – e’ una realta’ all’avanguardia a livello mondiale che rafforzera’ la filiera europea delle rinnovabili, accelerando la transizione energetica. Siamo qui per tradurre le parole in innovazione e siamo pronti, in particolare, per lavorare sulle nuove tecnologie, applicate anche al duo clima-energia. In questo territorio, ribattezzato Etna valley, la scommessa che il governo Schifani porta avanti e’ fare diventare Catania uno dei poli industriali piu’ importanti d’Europa. Domani ho in programma di sentire il sindaco Enrico Trantino per avviare concretamente il percorso di riqualificazione dell’area. Analizzeremo i problemi, stabiliremo un cronoprogramma e procederemo celermente, come abbiamo sempre fatto anche per altre realta’ dell’Isola, perche’ vogliamo dare decoro e sicurezza agli imprenditori catanesi che lavorano qui”.

Latest Posts

Ultim'ora