martedì 27 Settembre 2022
20.4 C
Catania

Regionali 2022: Fratelli d’Italia sceglie Renato Schifani

correlati

Schifani: "sono lieto di avere ricevuto l'apprezzamento da parte di alcuni partiti della coalizione".

È il senatore di Forza Italia Renato Schifani il nome scelto da Fratelli d’Italia tra la rosa proposta da Forza Italia ai meloniani per l’individuazione del candidato alla presidenza della Regione Siciliana per il centrodestra. Schifani, palermitano, è stato presidente del Senato dal 2008 al 2013. Nelle scorse ore il nome in pole position era stato quello dell’ex ministra dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, sulla quale però Fdi aveva posto il veto.

“Apprendo con piacere che il presidente Berlusconi mi ha indicato in una rosa di nomi per la candidatura alla presidenza della Regione Siciliana. Non ci siamo ancora sentiti, ma sono comunque lieto di avere ricevuto l’apprezzamento da parte di alcuni partiti della coalizione”. Queste le prime dichiarazioni del senatore Renato Schifani, raggiunto telefonicamente dall’agenzia Italpress, sulla sua candidatura per il centrodestra alla presidenza della Regione Siciliana.

“Giusto gradimento politico ed umano per Renato Schifani. E una personalità caratterizzata da grande senso delle Istituzioni e collaudata esperienza politica. L’apprezzamento è mio e di tutta la Democrazia Cristiana”. Così il commissario regionale della Dc Nuova, Totò Cuffaro.

 “Autorevole la figura di Renato Schifani, che è stato Presidente del Senato, come candidato del Centro Destra in Sicilia. Mi preoccupa piuttosto il clima in cui è maturata questa candidatura, come sarebbe maturata qualunque altra. Un clima caratterizzato da incomprensioni e diffidenze. Ho avvisato poche ore fa che il Centro Destra stava giocando con il fuoco. Darei seguito all’invito rivolto stamattina da Gianfranco Miccichè: un incontro preliminare tra lui e Fratelli D’Italia e poi con tutti gli altri, che ponga fine alla conflittualità degli ultimi mesi e avvii una fase nuova all’insegna della leale collaborazione”. Lo afferma l’ex presidente della Regione Siciliana e fondatore dell’Mpa, Raffaele Lombardo.

Latest Posts

Ultim'ora