domenica 4 Dicembre 2022
13.5 C
Catania

Sicilia: exit poll Opinio Rai, Schifani, tra il 37 e il 41%

correlati

Cateno De Luca e' accreditato tra il 24 e il 28%

In base ai primi exit poll del Consorzio Opinio Italia per Rai, la sorpresa – in parte annunciata – e’ Cateno De Luca. Il vantaggio del candidato del centrodestra, Renato Schifani, quotato tra il 37 e il 41%, era previsto. Meno il posizionamento – provvisorio – dello scatenato ex sindaco di Messina, leader di Sicilia vera, che ha corso in solitaria contro i poli: e’ accreditato tra il 24 e il 28%. Abbondantemente piu’ avanti della candidata del centrosinistra, Caterina Chinnici, data tra il 15,5 e il 19,5% e che e’ poco avanti rispetto all’esponente del M5s, Nuccio Di Paola, tra il 13 e il 17%.

De Luca

Sulla base di questa rilevazione, dunque, non inciderebbe sul risultato finale il voto disgiunto, la possibilità data dalla legge elettorale regionale di votare per una lista e per un candidato presidente di un altro schieramento: una possibilità sulla quale ha puntato De Luca in campagna elettorale sperando di intercettare voti nel bacino del centrodestra. Ma se lo spoglio delle schede dovesse confermare il dato dell’exit poll il centrodestra dimostrerebbe di avere ritrovato l’unità dopo lo scontro durissimo tra i partiti che aveva impedito la ricandidatura di Nello Musumeci.

Soltanto terza Caterina Chinnici, appoggiata dal Pd e dalla lista dei Centopassi espressione di partiti della sinistra e di movimenti: l’eurodeputata, figlia del magistrato Rocco Chinnici assassinato dalla mafia mell’83, avrebbe tra il 15,5 e il 19,5 per cento. Quarta piazza per Nuccio Di Paola del M5s, tra il 13 e il 17 per cento nonostante il bagno di folla che aveva accolto Giuseppe Conte nel suo tour elettorale di tre giorni nell’Isola. Se Pd e M5s non avessero rotto l’alleanza che aveva portato a celebrare le storiche primarie di coalizione in Sicilia, con questi numeri il “fronte progressista” avrebbe conteso la vittoria a Schifani. Gli altri due candidati in corsa per la presidenza della Regione – Gaetano Armao per il Terzo Polo ed Eliana Esposto per Siciliani liberi – si attesterebbero tra l’1,5 e il 3,5 per cento. Bocche cucite nei comitati elettorali dei candidati alla presidenza, nessun commento agli exit poll.

Adesso riflettori puntati sullo scrutinio di domani, comincerà alle 14. All’attesa per il nuovo presidente della Regione si aggiunge quella dei 900 candidati per gli scranni dell’Assemblea regionale siciliana: chi vincerà le elezioni avrà anche la maggioranza in aula per potere governare?

Latest Posts

Ultim'ora