martedì 27 Settembre 2022
21 C
Catania

Election day: prendono forma le liste del centrodestra in Sicilia

correlati

Gianfranco Miccichè correrà come capolista di Forza Italia a palazzo Madama in un seggio blindato

Si cominciano a delineare le liste del centrodestra in Sicilia. La ‘rinuncia’ allo scranno di palazzo Madama dell’azzurro Renato Schifani, che ha deciso di dedicarsi a tempo pieno alla sua terra come candidato del centrodestra alla guida della Regione, ha sbloccato lo stallo sulle liste per le politiche del 25 settembre.

In Forza Italia, Gianfranco Miccichè correrà come capolista di Forza Italia a palazzo Madama in un seggio blindato, la circoscrizione Sicilia Occidentale. L’ex ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo farebbe la capolista nella circoscrizione Sicilia Orientale. Altri due posti sicuri, raccontano all’Adnkronos, sarebbero pronti sempre per le quote rosa: l’attuale senatrice Gabriella Giammanco dovrebbe avere un seggio nella circoscrizione Sicilia Occidentale di Montecitorio, mentre la deputata Matilde Siracusano potrebbe essere confermata alla Camera a Messina (Sicilia Orientale).

Anche Urania Papateu potrebbe essere ricandidata, a palazzo Madama, nella circoscrizione Sicilia Orientale. Anche l’ex sottosegretario alla Difesa e attuale deputato Giorgio Mulè, con profonde radici siciliane, viene dato in corsa in un collegio plurinominale tra Camera e Senato.

Fratelli d’Italia è pronta a schierare in un collegio blindato l’attuale deputata e componente dell’esecutivo nazionale, Carolina Varchi, alla Camera, a Palermo, ma si parla anche di una possibile candidatura per Salvo Pogliese, che è anche coordinatore regionale del partito nella Sicilia orientale. Al Senato, ci sarebbe anche l’ex governatore della Sicilia Nello Musumeci e Manlio Messina alla Camera. Al proporzionale senato Nino Germanà.

La Lega può contare su tre collegi maggioritari: due alla Camera e uno al Senato. Secondo i rumors l’uninominale a Montecitorio, per la procvincia di Catania, dovrebbe spettare a Valeria Sodano, mentre quello di Siracusa-Ragusa al segretario regionale del Carroccio nell’Isola, Nino Minardo. Per il collegio maggioritario di Palermo a palazzo Madama, invece, viene dato in pole Francesco Scoma, anche alla luce del ‘sacrificio’ per la rinuncia alla candidatura a sindaco di Palermo a favore di Roberto Lagalla.

Tra i big leghisti in campo figura l’ex ministro Giulia Bongiorno, che guiderà la lista al proporzionale del Senato. Alessandro Pagano, uninominale al senato per la Sicilia occidentale. Al Proporzionale Camera ci sarebbe il primo sindaco leghista in Sicilia già candidato con la lega alle regionali 2017 Anastasio Carrà, l’ex assessore ai Rifiuti del Comune di Catania Fabio Cantarella e Matteo Francilia sindaco di Furci.

Latest Posts

Ultim'ora